Questo è un blog dove parlo dei libri che leggo. E siccome in questi anni leggo soprattutto romanzi di scrittori non occidentali, sarà un blog su romanzi non occidentali. Sono partita un po’ di anni fa leggendo gli scrittori giapponesi, poi sono arrivata in India, Pakistan e dintorni, con qualche viaggio in Israele, Nord e Sud Africa, passando per la Cina. Leggere romanzi ambientati in paesi non occidentali è un po’ come viaggiare in quei paesi, così come quando ero più giovane e leggevo i classici del ‘700 e del ‘800 mi sembrava di viaggiare nel passato.

Tabaccherie orientali

December 18th, 2011

“Il vento ero io, e i giorni e le notti del passato. Le fronde delle palme erano graffi sulla pelle.”

Sembra un post di Clara Nubile sul suo blog Tabaccherie orientali e invece è una citazione di Jayanta Mahapatra all’inizio di un racconto della bella raccolta che dal blog di Clara prende proprio il titolo.

Su Globalstories non scrivo mai di scrittori italiani, ma definire Clara Nubile una scrittrice italiana è troppo riduttivo, c’è tutto il sud nella sua scrittura, il sud italiano certo ma anche il sud del mondo, un’enorme valigia di parole e canti.

Tabaccherie orientali è un canto d’amore per l’India e tutto l’oriente, canto di nostalgia per quello che si è lasciato dietro le spalle ma anche per quello che abbiamo davanti e che ancora non riusciamo a vedere…

Una collana di bellissimi ritratti, ritratti di paesaggi e ritratti interiori, dove tra le righe e le storie Clara ci offre la sua esperienza dell’India e dell’Oriente, portandosi dietro l’Occidente  o, meglio, è l’Occidente che l’ha seguita “come una maledetta ombra, ma imparai a misurare la terra col passo delle rane e il canto del gallo.”


Da leggere con passione!

Clara Nubile, Tabaccherie orientali, Giulio Perrone Editore, 2010, (pp. 100).

Clara Nubile, scrittrice e traduttrice, blogger di Tabaccherie orientali, è nata a Brindisi il 4 marzo 1974 e ha vissuto in Puglia sino ai diciotto anni. Poi Bologna, Ravenna, Bombay (dove ha studiato, per saperne di più), Antwerpen, e ancora Ravenna. Ha pubblicato i romanzi Io ti attacco nel sangue (Lain 2005) e Lupo (Fazi 2007), è in uscita il suo ultimo romanzo per Bompiani.

Entry Filed under: Clara Nubile

4 Comments

Add your own

  • 1. Clara  |  December 18th, 2011 at 1:21 pm

    Grazie Cristina, di cuore!!!!

  • 2. Miriam  |  December 18th, 2011 at 4:29 pm

    Quello che scrivi nei confronti di Clara è bellisimo, hai ragione quando dici che lei è una scrittrice del sud italiano e che il suo cuore e la sua letteratura non conoscono confini e barriere, come dici tu la vedo anch’io con una donna che ha dentro di sè il “sud del mondo”!Struggente ed emozionante aprire la sua enorme e variopinta valigia carica di parole e canti, io ho trovato nel suo blog un modo per viaggiare con la fantasia nei suoi mondi lontani, è una persona ricca e sensibile in grado di condividere in modo empatico le emozioni di molti!!!
    Ciao Cristina, piacere di averti incontrata!

  • 3. cristina  |  December 18th, 2011 at 5:12 pm

    Ciao Miriam, mi fa piacere questa condivisione.

    Clara mi piace molto anche per il suo viaggiare tra libertà e rigore, tra assenza di difese e responsabilità. Che è poi il modo in cui mi piace pensare la vita…

    un caro saluto, cris

  • 4. Clara  |  December 19th, 2011 at 11:59 am

    Grazie Cris e Miriam, sono quasi commossa dal leggere le vostre parole.


Leave a Comment

Required

Required, hidden

Some HTML allowed:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed