Questo è un blog dove parlo dei libri che leggo. E siccome in questi anni leggo soprattutto romanzi di scrittori non occidentali, sarà un blog su romanzi non occidentali. Sono partita un po’ di anni fa leggendo gli scrittori giapponesi, poi sono arrivata in India, Pakistan e dintorni, con qualche viaggio in Israele, Nord e Sud Africa, passando per la Cina. Leggere romanzi ambientati in paesi non occidentali è un po’ come viaggiare in quei paesi, così come quando ero più giovane e leggevo i classici del ‘700 e del ‘800 mi sembrava di viaggiare nel passato.

Archive for the ‘India’ Category

La moglie indiana

Monday, January 5th, 2009

Se mi fossi fermata alla veste editoriale probabilmente non l’avrei comprato questo libro. Sembra il solito romanzo esotico sull’India come ne escono sempre di più. La solita storia dei matrimoni combinati, e così via. Invece La moglie indiana di Anne Cherian pur girando intorno al matrimonio combinato di Neel e Leila, è la storia del disagio e la fatica di conciliare due modi di vita, quello occidentale con quello indiano, così profondamente diversi tra loro.

(more…)

Posted in Anne Cherian, India | 8 Comments »

Il tappeto rosso. Storie di bangalore

Sunday, February 10th, 2008

“A Bangalore, nel centro dell’India meridionale, si fabbricano solo soluzioni, concetti, programmi e linguaggi codificati. Per mandare avanti l’elettronica e l’informatica, l’intero sistema nervoso dell’economia globale. […] Bangalore è diventata davvero una gemella della Silicon Valley. Qui la meritocrazia riesce a cancellare persino il peso delle caste: sul mercato del lavoro hi-tech contano i titoli di studio e l’esperienza professionale, il cervello e la fantasia creativa. Se sei in grado di brevettare una nuova invenzione, non hai bisogno di essere figlio di bramini per farti strada. È una città dominata da un nuovo tessuto sociale di immigrati di talento, nomadi del sapere tecnologico. Ormai solo una minoranza dei residenti conosce la lingua locale, il kannada. Più ancora dell’hindi, l’inglese è diventato la lingua-ponte tra le etnie che si mescolano. Nelle scuole per i figli della middle class si insegnano tutte le materie in inglese fin dalla prima elementare. L’hindi si studia come seconda lingua, il kannada è optional come terza lingua, ma c’è chi preferisce sostituirlo addirittura con il tedesco o il francese. […]” (Federico Rampini, L’impero di Cindia, Mondadori 2006, pp. 27-28.).

(more…)

Posted in India, Lavanda Sankaran | 3 Comments »

Storie d’amore indiane

Monday, January 21st, 2008

Assamese, bengali, marathi, kannada, gujarati, kashmiro, konkani, malayalam, orissi, tamil, urdu, hindi, telogu, punjabi.

Indira Goswami, Subodh Ghosh, Manjula Padmanabhan, Gauri Deshpande, U. R. Anantha Murthy, Varsha Das, Ratanlal Shant, Damodar Mauzo, Kamala Das, Gopinath Mohanty, S. Tamil Selvan, Ismat Chunghtai, Nirmal Verma, P. Padmaraju, Amrita Pritam.

(more…)

Posted in India, Sudhir Kakar | No Comments »

Eredi della sconfitta

Monday, October 15th, 2007

L’apprensione o meglio la diffidenza con cui ho iniziato a leggere Eredi della sconfitta di Kiran Desai è durata un attimo, giusto il tempo di leggere le prime sette righe del romanzo:

“Per tutto il giorno i colori erano stati quelli del crepuscolo, con le nebbie come creature acquatiche sui grandi fianchi di montagne dalle ombre e profondità oceaniche. Visibile per pochi istanti sopra i vapori, il Kanchenjunga era una vetta lontana intagliata nel ghiaccio, un pennacchio di neve sollevato dai venti tempestosi della cima, rifugio dell’ultima luce. ”

(more…)

Posted in India, Kiran Desai | 3 Comments »

Il palazzo degli specchi

Wednesday, October 10th, 2007

Ho appena finito di leggere Il palazzo degli specchi di Amitav Ghosh e non riesco a staccarmici. Mi dispiace sempre molto finire un romanzo, forse è per questo che amo i romanzi lunghi. In libreria il mio criterio per scegliere un romanzo è che non sia scritto da uno scrittore occidentale e che sia lungo, il più lungo possibile! E Il palazzo degli specchi solo a guardarlo è molto attraente: 631 pagine!

(more…)

Posted in Amitav Ghosh, India | 4 Comments »

Digiunare, divorare

Thursday, October 4th, 2007

Anche un altro romanzo di Anita Desai, Digiunare, divorare, racconta l’estate di due fratelli, ma è ambientato in due luoghi diversi. La prima parte si svolge in una cittadina indiana dove Uma, la sorella maggiore, vive occupandosi degli anziani genitori che la trattano con durezza e pretendono da lei attenzioni continue, negandole qualsiasi forma di vita privata. La seconda parte è ambientata negli Stati Uniti, dove Arun, il fratello minore che studia al MIT, ha lasciato il dormitorio del campus per trasferirsi per il periodo estivo a casa di una tipica famiglia americana nei sobborghi di Cambridge (MA).

(more…)

Posted in Anita Desai, India | No Comments »

Chiara luce del giorno

Tuesday, October 2nd, 2007

La gran parte dei romanzi che leggo sono scritti da donne, perché ce ne sono tanti e perché spesso le loro storie sono le più interessanti. Ma soprattutto perché sembra proprio che quello femminile sia un genere in estinzione, e così sento il bisogno di leggere storie scritte da donne. Se avete voglia di approfondire l’argomento, leggete il saggio “La scomparsa delle donne. Maschile, femminile e altre cose del genere” di Marina Terragni, Mondadori 2007, un libro che affronta il problema con la mente e il cuore molto liberi.

(more…)

Posted in Anita Desai, India | 4 Comments »