Questo è un blog dove parlo dei libri che leggo. E siccome in questi anni leggo soprattutto romanzi di scrittori non occidentali, sarà un blog su romanzi non occidentali. Sono partita un po’ di anni fa leggendo gli scrittori giapponesi, poi sono arrivata in India, Pakistan e dintorni, con qualche viaggio in Israele, Nord e Sud Africa, passando per la Cina. Leggere romanzi ambientati in paesi non occidentali è un po’ come viaggiare in quei paesi, così come quando ero più giovane e leggevo i classici del ‘700 e del ‘800 mi sembrava di viaggiare nel passato.

Archive for the ‘Jumpa Lahiri’ Category

La moglie

Tuesday, December 10th, 2013

Gauri era nata con la mappa del tempo nella mente. Si raffigurava anche altre astrazioni, numeri e lettere dell’alfabeto, in bengalese e in inglese. Numeri e lettere erano come gli anelli di una catena. I mesi si disponevano lungo una sorta di orbita nello spazio. [...] Gauri vedeva il tempo; adesso voleva tentare di capirlo. Riempiva taccuini di domande e osservazioni. Il tempo esisteva come entità autonoma nel mondo fisico o era solo uno strumento della nostra comprensione? Era percepito solo dagli esseri umani? Cosa faceva sì che certi momenti si dilatassero fino a sembrare ore e certi anni si riducessero a pochi giorni? Gli animali avvertivano il passaggio del tempo quando perdevano il compagno o uccidevano una preda? [...]  Sull’aereo il tempo non aveva importanza, ma era anche l’unica cosa che contasse: era nel tempo, e non nello spazio, che Gauri aveva avuto coscienza di viaggiare.

(more…)

Posted in India, Jumpa Lahiri | 20 Comments »

L’omonimo

Saturday, February 2nd, 2013

“«Devo dirti una cosa» gli dice suo padre quando finisce la canzone. «Riguarda il tuo nome».

Gogol fissa suo padre, sbalordito. «Il mio nome?»

Suo padre spegne la radio. «Gogol. C’è una ragione sai».

«Sì. Baba. Gogol è il tuo scrittore preferito. Lo so».

«No» risponde suo padre. Entra nel vialetto d’ingresso e spegne il motore, poi le luci. «Un’altra ragione».

(more…)

Posted in India, Jumpa Lahiri | 3 Comments »